TRASPORTINO PER ANIMALI DOMESTICI

Cliente: FERPLAST S.p.A. Progetto/Prodotto: TRASPORTINO PER ANIMALI DOMESTICI Anno: 2011 Primo Livello Tipologia di Progetto: restyling di un prodotto aziendale esistente, previa valutazione dei punti di forza e di debolezza mirata a rendere più efficace il processo progettuale. Lo studio effettuato a monte della progettazione ha permesso di ridurre i costi di produzione, grazie alla semplice modifica dello stampo esistente relativo alla componente inferiore del prodotto. Ciò ha permesso lo sviluppo di due versioni dello stesso, create partendo da proposte estetiche sviluppate dal designer e avendo come riferimento solamente dei rendering. Secondo Livello Una prima fase di analisi è servita ad individuare i punti di forza del prodotto esistente, i quali sono poi stati ulteriormente migliorati grazie a diversi accorgimenti proposti dal progettista. Successivamente si è proseguito con la fase di reverse engineering della parte inferiore del box, per sopperire alla mancanza delle matematiche tridimensionali della versione esistente. Tutto ciò ha portato alla nascita di due nuove versioni chiamate “Atlas Classic” e “Atlas Professional”, entrambe realizzate in due diverse taglie, che differiscono dalla versione precedente grazie all’ottimizzazione di diversi aspetti; quelli riguardanti la parte inferiore del prodotto hanno comportato solamente la modifica dello stampo esistente consentendo un consistente contenimento dei costi di investimento. Si è trattato infatti di: Individuare una nuova soluzione per facilitare l’installazione e la rimozione delle ruote rispetto alla versione precedente, riducendo così le componenti da assemblare in fase di produzione, nonché i relativi costi, e rendendo il prodotto più user-friendly nei confronti dell’utente finale; Migliorare la sistemazione del tappetino interno; Per quanto riguarda la parte superiore, invece, l’attività progettuale è consistita nel: Riprogettare le feritoie, che nella versione precedente venivano ricavate da una fustellatura, la quale causava la formazione di bave di materiale; sono stati quindi studiati degli accorgimenti che consentono di creare le feritoie direttamente in fase di stampaggio ed evitare la formazione di spigoli pericolosi per l’animale e per l’utente; Integrare queste nuove feritoie con alcune nervature sulla parete interna e rendere più strutturale l’elemento, limitando inoltre le possibilità di ferimento dell’animale; Curare nel dettaglio la progettazione estetica dei volumi, grazie agli interventi dedicati alle raggiature e ai raccordi in continuità di curvatura delle superfici; Riprogettare e migliorare dal punto di vista strutturale la maniglia integrata per il traino nella versione “Classic”; Riprogettare e ottimizzare dal punto di vista funzionale la maniglia telescopica ed il vano porta accessori nella versione “Professional”; Migliorare la fase di trasporto e stoccaggio del prodotto, grazie ad un nuovo studio dell’impilaggio, il quale permette di aumentare il numero di pezzi caricati su un singolo pallet.